Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Il sindaco del Rione Sanità (a Mannheim)

Data:

23/10/2020


Il sindaco del Rione Sanità (a Mannheim)

Film di Mario Martone (2019).

Napoli, oggi. Antonio Barracano, "uomo d'onore" che sa distinguere tra "gente per bene e gente carogna", con la sua carismatica influenza e l'aiuto dell'amico medico amministra la giustizia secondo suoi personali criteri, al di fuori dello Stato e al di sopra delle parti, "sistema le cose" e risolve problemi. Chi "tiene santi" va in Paradiso e chi non ne tiene va da Don Antonio, questa è la regola, e chi ha bisogno si rivolge a lui perché interceda in suo favore e Barracano, soprannominato "il sindaco", si presta volentieri a fare da mediatore, sulla forza della sua reputazione e del timore che sa incutere anche nei malviventi più incalliti del Rione Sanità. Quando gli si presenta disperato Rafiluccio Santaniello, figlio del fornaio, deciso a uccidere il padre, Don Antonio riconosce nel giovane lo stesso sentimento di vendetta che da ragazzo lo aveva ossessionato e poi cambiato per sempre. E decide di intervenire per riconciliarlo con il padre, salvandolo.

"Il sindaco del Rione Sanità" è il mio primo Eduardo. Mi sono sempre tenuto alla larga perché mettere in scena i suoi testi significa assumere inevitabilmente non solo quanto c'è scritto sulla carta ma anche (e spesso soprattutto) il macrotesto delle messe in scena di De Filippo attore e regista, tramandato e codificato attraverso le innumerevoli recite e le varie versioni televisive. Sgomberare il campo, impedire alla radice che questo accada con un così deciso spostamento d'età del protagonista, in De Filippo un uomo d’altri tempi, consente di mettere il testo alla prova della contemporaneità (oggi i boss camorristici sono giovanissimi) e di leggerlo come nuovo. Non aspettatevi le illusioni del vecchio “sindaco” figlio di un altro secolo, che ancora consentivano di tracciare dei confini morali: qui affiora un'umanità feroce, ambigua e dolente, dove il bene e il male si confrontano in ogni personaggio, dove le due città di cui sempre si parla a Napoli (la legalitaria e la criminale) si scontrano in una partita senza vincitori. Perché è inutile fingere di non vederlo, la città è una e, per quanta paura faccia, nessuno può pensare di tagliarla in due.
Mario Martone

A "XXIII Cinema! Italia! (a Mannheim)": >>>

Informazioni

Data: Ven 23 Ott 2020

Orario: Alle 21:30

Organizzato da : Kairos Filmverleih Göttingen, Made in Italy Rom

In collaborazione con : Centro Cinema Città Cesena, Region Emilia-Romagna, Casa Artusi

Ingresso : A pagamento


Luogo:

Cinema Quadrat, Collinistr. 1, Mannheim

10030