Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

La Dea Fortuna (a Reutlingen)

Data:

21/10/2020


La Dea Fortuna (a Reutlingen)

Film di Ferzan Özpetek (2019).

Alessandro e Arturo sono una coppia consolidata, ma il loro rapporto sta mostrando la corda: Alessandro, idraulico dal fascino animalesco, porta a casa il pane e cede volentieri ai piaceri della carne; Arturo, traduttore, non è diventato né uno scrittore famoso né un cattedratico e patisce particolar-mente la crisi con il suo partner sfuggente. Nella routine cristallizzata dei due irrompono Annamaria, ex compagna di Alessandro, e i suoi due figli nati da padri diversi e tutti gli equilibri saltano. Annamaria deve esser ricoverata in ospedale per alcuni giorni e affida i figli alla coppia di amici, che dovranno fare i conti con una responsabilità genitoriale forse mai nemmeno immaginata.

Volevo raccontare due persone, insieme da tanto tempo, che stanno quasi per lasciarsi perché è passato il momento della passione. Sono quasi come fratelli, l’amore ha cambiato aspetto e loro non sanno più come conviverci. Il fatto che siano due uomini non è determinante, avrebbero potuto essere anche un uomo e una donna o due donne. Ma quello che mi affascinava era proprio l’idea di come, una volta superata la passione, un rapporto possa rigenerarsi in un modo diverso di stare insieme. Credo sia un tema che riguardi molte coppie, al di là degli orientamenti di genere. Spero di aver fatto un film di emozioni coinvolgenti, sullo scoprirsi e il ritrovarsi, senza scadere nel sentimentalismo. Nel gioco dell’alternanza tra commedia e dramma, riso e pianto, spero di essere riuscito a rispondere ai dubbi che mi avevano assalito quando un anno fa mio fratello era gravemente malato e sua moglie, a cui sono molto legato, mi aveva chiesto, nel caso fosse successo qualcosa anche a lei, di occuparmi insieme al mio compagno dei suoi due figli. Questa richiesta mi ha spalancato un mondo di angoscia, di paure, di dubbi sulle mie capacità, mi ha aperto le porte su un mondo emotivo che non conoscevo e a cui non sapevo come avrei reagito. Questo film è stato un modo per esplorare quei dubbi e quelle emozioni. Per darmi delle risposte a domande molto personali. E spero, ovviamente, che siano le stesse di molti spettatori.
Ferzan Özpetek

A "XXIII Cinema! Italia! (a Reutlingen)": >>>

Informazioni

Data: Mer 21 Ott 2020

Orario: Alle 16:00

Organizzato da : Kairos Filmverleih Göttingen, Made in Italy Rom

In collaborazione con : Italienisches Kulturinstitut Stuttgart, Kamino Programmkino Reutlingen

Ingresso : A pagamento


Luogo:

Kamino, Ziegelweg 3, Reutlingen

10007